Итальянский язык онлайн
Skype изучение итальянского языка
Пятница, 26.05.2017, 11:12
Приветствую Вас Гость | RSS

МЕНЮ


ПРОГРАММА изучения итальянского языка

УРОВЕНЬ ДЛЯ НАЧИНАЮЩИХ

СРЕДНИЙ УРОВЕНЬ

УСОВЕРШЕНСТВОВАНИЕ ЯЗЫКА

УСКОРЕННЫЕ КУРСЫ ИТАЛЬЯНСКОГО ЯЗЫКА

НОВЫЕ КУРСЫ
Итальянский язык в сказках
Итальянский язык в песнях


УЧИМ новые слова
ЦВЕТА
ОДЕЖДА,ОБУВЬ
ДОМ,КВАРТИРА
ПРОДУКТЫ ПИТАНИЯ
БЫТОВЫЕ ПРИБОРЫ
ИМЕНА
ЧЕРТЫ ХАРАКТЕРА
ПОКУПКИ

ИТАЛЬЯНСКИЙ ЯЗЫК: Легкое чтение

Легкое чтение на итальянском языке поможет понять грамматику и будет полезно как для тех, кто самостоятельно учит итальянский язык, так и для тех, кто учит язык с преподавателем. В тексте использованы: presente, imperfetto, passato prossimo, passato remoto, trapassato prossimo. 

I TRE ORSI (сказка "Три медведя" на итальянском языке)

Una volta una bambina uscì di casa e andò nel bòsco. Quando fu nel bosco si perse e cominciò a cercare la strada di casa, ma non la trovò e capitò vicino ad una casetta. 

La porta era socchiusa. La bambina sbirciò dalla porta, vide che nella casetta non c'era nessuno ed entrò. In quella casetta vivevano tre orsi. Uno degli orsi era il padre e si chiamava Mihail Ivanovic. Era grosso e irsuto. Poi c'era l'orsa. Era un po' più piccola e si chiamava Nastasja Petrovna. Il terzo era un orsacchiòtto e si chiamava Misutka. Gli orsi non erano in casa perché erano usciti a passeggiare nel bosco. 

Nella casetta c'erano due camere: quella da pranzo e quella per dormire. La bambina entrò nella camera da pranzo e vide sul tavolo tre scodelle piene di zuppa. La prima scodella, che era molto grossa, era di Mihail Ivanovic. La seconda scodella, un po' più piccola, era di Nastasja Petrovna. La terza, che era la più piccola, era quella di Misutka. Vicino ad ogni scodella c'era il suo cucchiaio: grande, medio e piccolo. 

La bambina prese il cucchiaio più grosso e mangiò un po' nella scodella più grossa, poi prése il cucchiaio medio e mangiò un po' nella scodella media, infine prese il cucchiaio piccolo è mangiò nella scodella più piccola e la zuppa di Misutka le sembrò la più buona di tutte. 
Alla bambina venne voglia di sedersi e vide vicino al tavolo tre sedie: una grande di Mihail Ivanovic, una un po' più piccola dì Nastasja Petrovna e la terza piccina con sopra un cuscino azzurro, che era di Misutka. La bambina si arrampicò sulla sedia grande e ruzzolò; allora si sedette sulla sedia media, ma ci stava scomoda, così si sedette su quella piccola e scoprì che ci stava proprio bene. Si mise la scodella più piccola sulle ginocchia e cominciò a mangiare. Mangiò tutta la zuppa e poi cominciò a dondolarsi sulla sedia. 

La seggiola si ruppe e la bambina cadde sul pavimento. Si rialzò, risollevò la sèdia e passò nell'altra stanza. Lì c'erano tre letti: uno grande, di Mihail Ivanovic, un altro medio, di Nastasja Petrovna e il terzo, piccolo, di Misutka. La bambina si coricò sul letto grande, ma era troppo largo, si coricò su quello medio, ma era troppo alto, si coricò sul piccolo e il letto le sembrava fatto apposta per lei, così si addormentò. 

Gli orsi tornarono a casa affamati e volevano pranzare. L'orso prese la sua scodella, la guardò e ruggì con il suo vocione: 
— Chi ha mangiato nella mia scodella? 
Nastasja Petrovna guardò nella sua scodella e gridò: 
— Chi ha mangiato nella mia scodella? 
Misutka vide la sua scodella vuota e mugolò con la sua vocetta: 
— Chi ha mangiato nella mia scodella e si è mangiato tutto? 

Mihail Ivanovic guardò la sua sedia e gridò con il suo vocione: 
— Chi si è seduto sulla mia sedia e l'ha messa fuori posto? 
Nastasja Petrovna guardò la sua sedia e gridò: 
Chi si è seduto sulla mia sedia e l'ha messa fuori posto? Misutka guardò la sua seggiola rotta e piagnucolò: 
Chi si è seduto sulla mia sedia e l'ha rotta? 

Gli orsi andarono nell'altra stanza: 
Chi si è coricato sul mio letto e l'ha disfatto? — ruggì Mihail Ivanovic con il suo vocione. 
Chi si è coricato sul mio letto e l'ha disfatto? — grido Nastasja Petrovna. 
Misutka prese uno sgabello, si arrampicò sul suo letto e mugolò con la sua vocetta: 
— Chi si è coricato sul mio letto? 

Ad un tratto vide la bambina e si mise a strillare:  
— Eccola! Prendila, prendila! Eccola! Eccola! Prendila! 
Misutka cercava di morderla. La bambina aprì gli occhi, vide gli orsi e si gettò verso la finestra. La finestra era aperta, la bambina uscì dalla finestra e scappò. E gli orsi rimasero con un palmo di naso.

Форма входа

Итальянский преподаватель-репетитор


Поиск по сайту "Итальянский язык"

ФОРУМ итальянский язык

  • Parole, parole, parole ...
  • Апостиль, перевод и легализация документов
  • Песни
  • SOS ПРИЛАГАТЕЛЬНЫЕ

  • САМОУЧИТЕЛЬ ОНЛАЙН


    ИМЯ СУЩЕСТВИТЕЛЬНОЕ
    РОД И ЧИСЛО
    СОЮЗ
    ПРИЛАГАТЕЛЬНОЕ
    МЕСТОИМЕНИЕ
    ОБОРОТ C'E CI SONO
    НАРЕЧИЕ
    ГЛАГОЛЫ 1 СПРЯЖЕНИЯ
    ГЛАГОЛЫ 2 СПРЯЖЕНИЯ
    ГЛАГОЛЫ 3 СПРЯЖЕНИЯ
    НЕПРАВИЛЬНЫЕ ГЛАГОЛЫ

    ИТАЛЬЯНСКИЕ ПЕСНИ и МУЗЫКА РАДИО ОНЛАЙН


  • Сайт "Итальянский язык"

    Онлайн всего: 5
    Гостей: 5
    Пользователей: 0

    Copyright MyCorp © 2017

    PR-CY.ru